giovedì 26 febbraio 2015

I mancini e le penne... a strascico: consigli per la scelta delle penne per un mancino!

Tranquilli, non  stiamo parlando di pesca, ma di chi, mancino come chi vi scrive in questo momento, si trova il più delle volte a fine foglio con la pagina con le scritte "sfumate"
ed una bella mano blu o nera, a seconda del colore in uso.

E' risaputo infatti che le persone mancine, passando con la mano sopra a quanto scritto, si trascinano dietro l'inchiostro con le conseguenze appena descritte.
Avete mai scritto con un pennarello su un cartoncino lucido??? Oppure con pennarelli a vernice su superfici che non assorbono subito?

Sia chiaro non stiamo parlando di una tragedia.... dicono che i mancini siano più intelligenti ;-)



... tuttavia la cosa alle volte risulta fastidiosa.

(dicono anche che siano più artistici, ma a quanto pare per il disegno...
sono l'eccezione che conferma la regola!)


Ricordo ancora, in terza o quarta elementare (giusto qualche anno fa...)
quando la maestra ci ha fatto provare la penna stilografica.....INCUBO!!!


A parte il trascinamento dell'inchiostro... era come scrivere utilizzando un punteruolo.
La punta del pennino, infatti, "grippava" continuamente sul foglio
(considerate che i destri scrivono con l'inchiostro che esce nella direzione in cui scrivono, mentre i mancini no). Al che, appena possibile, sono passata alla penna sferografica.
GRANDE INVENZIONE!

  


L'inchiostro è quello di una comune penna stilografica, ma la punta è come quella di una penna a sfera o in gel.
Per il trascinamento dell'inchiostro ci vuole comunque attenzione, ma almeno...
avevo finito di "pugnalare" il foglio ;-)

Come per la stilografica, con la penna sferografica si cancella con l'apposito cancellino.




Ora che la cancelleria è il mio pane quotidiano, ecco che conosco le differenze tra le penne e che cerco di consigliare le persone ed i ragazzi affinché trovino la penna più adatta a loro. Perché... diciamocelo papale papale, una penna non è semplice una penna...
è un pò come un tavolo di italiani che ordina il caffè al ristorante: un caffè normale,
uno corretto grappa, un macchiato, un orzo, un decaffeinato...

Esatto proprio così.... ognuno ha le sue preferenze...
che passano dalle penne a sfera a quelle in gel, dalla punta fina a quella molto grossa,
dalla penna con cappuccio a quelle col click e così via...
un mondo infinito di varianti tra cui scegliere. E scusate se è poco.

Al che, se alla mia domanda "Suo figlio è mancino?" oppure "lei è mancina?" la risposta
è affermativa, una delle prime scelte che propongo (ed i miei clienti mancini lo confermano), sono le penne a sfera della Schneider e nello specifico le Slider Memo








Queste penne, dalla fluidità pari a quella di una penna gel, sono in realtà penne a sfera, con un particolare inchiostro che, soprattutto nelle punte più grosse, le rende scorrevolissime, consentendo di non stancarsi la mano (non parliamo di come si impugna la penna altrimenti apriremmo un dibattito...) e...
TADADADAAAAA...
non trascinano il colore!



Alla faccia dei punteruoli hahahahaha

E voi, mancini, che penne usate? Come vi trovate?
Fatecelo sapere!!!

Proverò presto altre penne per voi e vi darò... il responso.


Ciao ciao